La tendenza: il sito del matrimonio

La tendenza: il sito del matrimonio

Maggio 20, 2020 0 di LauraLeuzzi

Ho rimandato il matrimonio, e ora che faccio? Quanti di voi si sono posti questa domanda nelle ultime settimane?
Più che comprensibile: la preparazione al matrimonio è infatti un percorso che, una volta intrapreso, diventa sempre più coinvolgente e finisce per occupare i nostri pensieri in ogni momento. E’ un’occupazione a cui ci affezioniamo e alla quale torniamo, a sera, magari dopo aver sbrigato gli impegni quotidiani che non sempre ci entusiasmano. Aver posticipato le nozze significa, quindi, essere costretti ad interrompere questo percorso? Nient’affatto.


Ci sono molti modi per rimanere in contatto con il proprio sogno nuziale. Uno di questi è assecondare una tendenza che, da alcuni mesi , sta prendendo molto piede in ogni parte del mondo e quindi anche nel Salento: creare un sito del matrimonio.
Non ci stupiamo: è l’epoca dei blogger. Tutti abbiamo qualcosa da dire. Anche i futuri sposi. E, con loro, gli invitati, le location, gli amici e i parenti… metterli in contatto potrà essere sorprendente!


Creare un sito sposi può permettere alla coppia di fornire ai propri ospiti tutti i dettagli sulle nozze: il calendario, la scaletta della giornata, le indicazioni stradali, la disponibilità in zona di parrucchieri, sarte, hotel e b&b.
I siti web dedicati al matrimonio, inoltre, ospitano spesso gallery che possono essere facilmente arricchite con foto dei futuri sposi, integrabili con l’apporto prezioso di parenti e amici che, sempre attraverso il sito, possono comunicare eventuali intolleranze alimentari, confermare la propria presenza, interagire con gli sposini in maniera attiva e diretta.
Sull’identità del sito del matrimonio, la libertà è piena: la coppia può deciderne stile, frequenza di aggiornamento, livello di interazione dei visitatori.


Sembra davvero un modo divertente per rimanere in contatto con il proprio matrimonio, anche se l’evento è stato spostato a data da destinarsi. E’ come ritagliarsi uno spazio originale, in attesa del proprio “grande giorno”.